telefono  0342 527111     PEC cciaa@so.legalmail.camcom.it   

     

al servizio delle imprese
Marchio Valtellina

Punto Impresa Digitale. La Camera di commercio lancia un bando di Contributi per sostenere l’adozione del modello “Impresa 4.0”.

Al via un bando di contributi per le imprese che scelgono di innovarsi nella direzione del modello di “Impresa 4.0”, con una dotazione di 100.000 €.

L’iniziativa è stata deliberata dalla Giunta camerale nella sua ultima seduta del 2017 ed ha come obiettivo la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici (manifatturiero, commercio, turismo, servizi, agricoltura).

Sono previste due misure di intervento, la prima (35.000 € disponibili) dedicata ai progetti indirizzati all’introduzione di tecnologie Impresa 4.0 presentati da imprese aggregate (minimo 3) e l’altra (65.000 €) per l’acquisizione di servizi di consulenza e formazione da parte di singole imprese.

Gli ambiti tecnologici a cui si riferisce il bando sono: soluzioni per la manifattura avanzata, manifattura additiva, realtà aumentata e virtual reality, simulazione, integrazione verticale e orizzontale, industrial internet e internet of things, cloud, cybersicurezza e business continuity, big data analytics.

Gli interventi ammessi a contributo potranno inoltre riguardare ulteriori tecnologie, strettamente connesse alle precedenti, quali: e-commerce, sistemi di pagamento mobile e/o via internet, fintech, Electronic Data Interchange, Georeferenziazione, sistemi informativi e gestionali, tecnologie per l’incostumer experience, RFID, barcode, tracking, system integration applicata.

 

I contributi avranno un taglio minimo di 2.500 € e massimo di 5.000 €, con la previsione di una  premialità aggiuntiva per il rating di legalità (€ 250).

 

L’iniziativa segna l’ulteriore crescita del progetto “Punti Impresa Digitale”, approvato dal Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e condiviso da Regione Lombardia.  

Il progetto –attivato da tutte le camere lombarde e da 77 camere di commercio a livello nazionale-  ha una durata triennale, con un investimento complessivo di 420.000 da parte della Camera di commercio di Sondrio ed ha preso il via con l’attivazione del Punto Impresa Digitale presso la sede di Sondrio, quale struttura di primo riferimento, informazione  ed orientamento per le imprese.

E’ prevista la realizzazione di un programma di iniziative informative, la prima delle quali è stata realizzata lo scorso 14 dicembre ed ha riguardato il settore agricoltura, mentre è già stato programmato uno specifico evento dedicato alla “cybersecurity” a cui ne seguiranno ulteriori, su specifici temi o settori.

In questi giorni, tutte le imprese della provincia stanno inoltre ricevendo al loro indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) una comunicazione  dalle camere di commercio in cui vengono illustrati i servizi della  rete dei Punti Impresa Digitale.

 

Il Punto Impresa Digitale è il primo punto di contatto della rete di servizi alle imprese delineata dal Governo nell’ambito del Piano nazionale Impresa 4.0, commenta il presidente Emanuele Bertolini. E’ un progetto molto impegnativo per noi, in quanto mette in gioco le nostre stesse capacità di innovarci e di predisporre servizi informativi e di orientamento per le nostre imprese, in aggiunta ai contributi economici. Il bando di contributi si rivolge alle imprese di tutti i settori di attività e auspico davvero che tale opportunità venga adeguatamente sfruttata.

 

Il prossimo 16 gennaio, presso la sede camerale di Sondrio, sarà organizzato un incontro per la presentazione del progetto, con un focus dedicato ai nuovi servizi realizzati da Infocamere, la società di informatica delle Camere di commercio, in particolare  “Cassetto Digitale dell’imprenditore” e “Libri Digitali”, di grande interesse per professionisti ed imprese.

 

L’incontro del 16 gennaio sarà inoltre occasione di presentazione specifica per il bando di contributi, in vista  dell’apertura dei termini di presentazione delle domande, a partire dal  1° febbraio 2018.

 

Per informazioni è possibile contattare l’Unità Operativa “Digitalizzazione” ( tel. 0342.527206, digit@so.camcom.it) o consultare il sito camerale all’indirizzo: http://www.so.camcom.gov.it/.

 

Scheda Tecnica Avviso Pubblico alle imprese

 

Finalità

La diffusione della cultura e della pratica digitale prevista dal “Piano Nazionale Impresa 4.0” nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI) di tutti i settori economici attraverso l’innalzamento della consapevolezza sulle soluzioni possibili offerte dal digitale, sui loro benefici e il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0.

 

 

Sono previste due misure:

  • Misura A: Progetti aggregati indirizzati all’introduzione di tecnologia 4.0 condivisi da minimo 3 imprese, per sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, per iniziative in grado di mettere in luce i vantaggi ottenibili attraverso il digitale;
  • Misura B: Domande di contributo relative a servizi di consulenza e formazione finalizzati all’introduzione delle tecnologie fondanti I4.0 presentate da singole imprese.
  •  

Risorse disponibili

Dotazione complessiva di € 100.000,00

 

Misura A – disponibilità risorse € 35.000

Misura B – disponibilità risorse € 65.000

 

Beneficiari

Sono ammesse a beneficiare del contributo:

le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici, comunque costituite, aventi sede e/o unità produttiva nella provincia di Sondrio.

 

Tipologia dell’intervento

Contributo a fondo perduto nella misura del 50% dei costi ammissibili.

 

Regime di Aiuto

Regolamento n. 651/2014/UE del 17/06/2014 (Aiuto di Stato SA.49447).

 

Misura del contributo

 

Importo minimo contributo: € 2.500 (spese ammissibili € 5.000)

Importo massimo contributo: €  5.000,00 (spese ammissibili € 10.000)

oltre la premialità relativa al rating di legalità (€ 250).

 

Ammissibilità

 

  • Misura A: procedura valutativa a graduatoria secondo il punteggio assegnato al progetto (graduatoria finale in ordine di punteggio dei progetti cui afferiscono le domande);
  • Misura B: procedura a sportello valutativo secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda (graduatoria finale in ordine cronologico di presentazione delle domande).

 

Durata dell’intervento

Presentazione delle domande da 1° febbraio a 2 marzo 2018.

Termine ultimo per la realizzazione dei progetti: 180° giorno successivo alla data di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo.

 

Dettaglio della tipologia spese ammissibili

  • Misura A: sono ammissibili esclusivamente spese per servizi di consulenza relativi ad una o più tecnologie tra quelle elencate nel bando. Il servizio può prevedere anche un’attività di formazione specialistica complementare alla consulenza nel limite del totale del 30% della spesa prevista, erogata direttamente dal fornitore principale dei servizi o tramite soggetto individuato dal fornitore principale stesso.
  • Misura B: sono ammissibili le spese per servizi di consulenza relativi ad una o più tecnologie 4.0. Sono altresì ammissibili le spese per formazione (se essa riguarda una o più tecnologie tra quelle previste dall’art. 2, comma 3, Elenco 1, della parte generale del Bando) e nel limite del 30% del totale della spesa prevista dall’impresa.

 

 

 

COMUNICATO STAMPA N. 20
28/12/2017